Prima assemblea aperta del Coordinamento degli Studenti per il Diritto allo Studio #laziodisu #tiraccontolacrisi

Domani sera, martedì 6 Marzo 2012 alle 18.45 presso il “pratone” della città universitaria della Sapienza nei pressi del piazzale Aldo Moro si sono dati appuntamento gli studenti universitari del neonato Coordinamento degli Studenti per il Diritto allo Studio.

E’ passata infatti una settimana da quando il tam tam della rete e dei media ha portato in primo piano le proteste degli studenti universitari romani che ancora non hanno ricevuto la borsa di studio spettante loro di diritto in quanto vincitori del bando dell’Ente regionale Laziodisu.

Manifestazione borse di studio 27 febbraio

UN BREVE RIEPILOGO DI QUANTO ACCADUTO:

Da mesi Laziodisu rimandava e tergiversava, tra promesse e cavilli, riguardo all’imminenza dell’erogazione delle borse (molti studenti non hanno ancora percepito la prima rata, e gli idonei hanno ormai perso ogni speranza di rientrare nelle assegnazioni).

La scorsa settimana, il 27 Febbraio per l’esattezza, gli studenti hanno presidiato la sede di Laziodisu pretendendo risposte dai responsabili dell’Ente e contestualmente un incontro con un responsabile della Regione. Respinti dal “silenzio” dell’istituzione, hanno presidiato la hall dell’edificio con una protesta forte ma civile. Nessuno dei presenti (me compreso) ha lasciato il palazzo finché nel tardo pomeriggio non abbiamo ricevuto conferma dell’invio a Laziodisu dalla Regione Lazio di circa 10milioni di euro di fondi per il finanziamento delle borse. Ma come ammesso dai dirigenti stessi dell’Ente, buona parte dei fondi serviranno a coprire anche le rate pendenti degli anni precedenti, ed in ogni caso la cifra non è sufficiente. Si attendono altre erogazioni.

Il 28 pomeriggio una delegazione del Coordinamento degli Studenti per il Diritto allo Studio, ha partecipato alla riunione per la discussione del bilancio preventivo dell’anno 2013. Si annunciano già forti tagli alle borse di studio e soprattutto alle residenze universitarie. Di fronte ad una resistenza, a dir poco “omeopatica”, da parte dei rappresentanti degli studenti; il Coordinamento si è a maggior ragione convinto dell’importanza di organizzare gli studenti alla base, in un movimento che sia apartitico ma ben consapevole delle esigenze reali degli studenti.

Per questo domani sera parteciperò all’incontro pubblico del Coordinamento e mi auguro che lo facciano molti di voi.

Come ebbe a dire infatti nell’Ottocento il celebre politico cattolico e liberale Lord Acton: «Il potere corrompe ed il potere assoluto corrompe assolutissimamente, per questo il prezzo della democrazia è l’eterna vigilanza!».

Noi saremo vigili, per tutelare i nostri diritti, perché è la stessa Costituzione italiana a tutelare il diritto allo studio, essa recita all’articolo 34: “La scuola è aperta a tutti. […] I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. La Repubblica rende effettivo questo diritto con borse di studio, assegni alle famiglie ed altre provvidenze, che devono essere attribuite per concorso”.

Partecipate anche voi alle attività del Coordinamento, spargete la voce tra amici e conoscenti e ricordatevi che ne va del vostro futuro: perché se oggi perdiamo un diritto garantito dalla Costituzione… immaginate cos’altro potranno sottrarvi in futuro!

Mario Melillo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...